Cosa accade in caso di licenziamento con la cessione del quinto per un dipendente PRIVATO?

Aggiornamento: 15 mag 2021

E da 15 anni che mi occupo di prestiti retail, in particolare di Cessione del quinto dello stipendio

.

Nel 1950, con la legge 180/50 e successivamente con il decreto attuativo n. 895 dello stesso anno, la cessione del quinto è stata regolamentata in modo maggiormente dettagliato rispetto a quanto si era fatto circa un secolo prima. Il testo unico comprendeva argomenti quali le discipline sul sequestro, sul pignoramento, sulla cessione del quinto dello stipendio, dei salari e delle pensioni dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni e le regolamentazioni per quanto riguarda l’esecuzione di tali discipline. Per i seguenti cinquant’anni la cessione del quinto rimarrà un finanziamento privilegiato ottenibile solamente da dipendenti e pensionati pubblici e statali.



Resta un po’ più complessa per i dipendenti privati che bisogna argomentarla bene in termini di trattamento di fine rapporto( TFR ).



Nel 2004 e con la legge finanziaria del 2005 furono invece apportate delle modifiche alla legge 180/50. Il prodotto cessione del quinto fu esteso anche ai dipendenti di aziende private e fu eliminato il monopolio dell’inpdap, fino ad allora unico ente autorizzato all’emissione delle coperture assicurative sulla cessione del quinto per i dipendenti pubblici e statali. Infine si favorì la flessibilità della durata della cessione del quinto da allora concedibile con durate tra i 24 e i 120 mesi, fu abolita l’anzianità di servizio minima per ottenere la cessione del quinto, furono esplicitate norme riguardo la trasparenza nei contratti e concessa la facoltà agli enti pensionistici di stipulare convenzioni per la cessione del quinto con enti eroganti.

Infatti, per i dipendenti PRIVATI, a differenza dei dipendenti pubblici, statali e pensionati, la polizza assicurativa impiego e vita, presente alla stipula del contratto, non ha la stessa efficacia, o meglio, copre oltre le somme accantonate a titolo di TFR al verificarsi dell'evento.

Si sottoscrive un vincolo a favore della BANCA o SOCIETA’ finanziaria del tfr maturato e maturando in caso di evento.

Questo vale anche per chi ha TFR accantonato presso fondi esterni di categoria e NON, in quanto la banca o società finanziaria una volta stipulato il contratto, notifica presso il fondo un vincolo a suo favore e quindi il tfr maturato presso il fondo spetta alla banca.


Per saperne di più CONTATTAMI QUI ☎️


N.B.questo articolo e le informazioni contenute all'interno valgono ⭐ORO⭐ in giro se le fanno pagare migliaia di €....









27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti